Comunicazioni

In ricordo di Matteo Roghi

Una bolla di sapone è una sfera iridescente che rimane tale solo per pochi secondi e poi scoppia. Con un soffio è possibile farla librare delicatamente nell’aria, lasciando una magica scia di luce e tanti desideri sospesi. Sembra così perfetta nella sua forma e affascina indistintamente adulti e piccini. Inseguendola con lo sguardo ci fa sognare fino al momento della scomparsa nell’etere. Il 24 novembre 2013 la vita di Matteo è volata via proprio come una bolla di sapone. Questo ragazzo che sembrava aver raggiunto un certo equilibrio personale, dopo averlo inseguito per anni, se n’è andato. Da timido era diventato più estroverso e socievole. Da insicuro si era trasformato in determinato. Da timoroso si era tramutato in audace, da ansioso in calmo.Tutto pareva lambire quella perfezione a cui ogni genitore mira per i figli. Nessuno è perfetto, ma ci consolano i numerosi tentativi della natura, molti dei quali a vuoto, attraverso i quali si vedono crescere giorno per giorno pargoli che improvvisamente diventano uomini. Aveva ragione John Lennon quando affermava nella famosa canzone dedicata al figlio Sean nel 1980, intitolata Beautiful Boy (Darling Boy) che “La vita è ciò che ti accade mentre sei impegnato a fare altri progetti”. È andata proprio così. Matteo sognava un futuro da campione. Immaginava con il suo papà le prospettive di un domani tutto da costruire. Fantasticava con la mamma sperando in una carriera brillante. Divagava con la sorellina giocando a fare l’adulto. Il passato sembrava un vecchio fantasma da combattere con le armi della volontà e della determinazione.All’improvviso la vita ci obbliga a mettere i piedi per terra; i progetti e i sogni si sono arresi di fronte ad essa. La scomparsa improvvisa di Matteo ha catapultato ogni riferimento, ha ribaltato la prospettiva del domani. Un senso di smarrimento si è impadronito di una normale famiglia che mai e poi mai avrebbe immaginato di subire una simile sorte.Perdere un figlio a quattordici anni è umanamente inaccettabile e lo è a maggior ragione per com’è accaduto. Il suo sport preferito, il calcio, è diventato una condanna da scontare per l’intera vita. Se avesse fatto un’altra attività sportiva? Se non fosse andato a quella partita? Se non avesse segnato? Molti i se, forse troppi. Oggi Matteo non c’è più e niente e nessuno potrà restituirlo ai genitori. La bolla è scoppiata e non potrà più levarsi nell’aria. La morte sembra quasi una sconfitta divina che viene accompagnata dai perché della vita. Cosa aveva fatto di male Matteo? E la sua famiglia? Perché proprio lui e non un altro? Gli interrogativi si moltiplicano di fronte ai mille tentativi di dare una risposta che non c’è e che non si trova.I genitori, consapevoli che il tempo non potrà mai cancellare i ricordi di un figlio che non c’è più, hanno deciso di combattere l’angoscia interiore e il dolore profondo. Si sono resi conto che la storia di Matteo non è stata una semplice bolla di sapone, bensì un lampo che ha illuminato la loro vita, lasciando una traccia indelebile nei loro cuori. La scia del ricordo avvolge inevitabilmente anche la nostra scuola, i compagni, gli insegnanti che lo hanno conosciuto. Matteo è un eroe dei nostri tempi, un martire dello sport, perché la sua passione per il calcio lo ha portato a lottare fino alla fine. Siamo inclini a pensare che lui abbia perso l’ultima partita, quella della vita, ma se così fosse il suo sacrificio non avrebbe alcun significato. Egli ha intrapreso un viaggio che anticipa il nostro e che ci mette in condizioni di riflettere ampiamente sul senso di questa morte e sulla direzione della nostra vita.

La storia di Matteo è diventata anche un libro pubblicato dalle Edizioni Erickson live di Trento dal titolo Come una bolla di sapone, la drammatica scomparsa di Matteo Roghi fonte di speranza e di amore per la vita.  Il libro, oltre al formato cartaceo, è disponibile on line (in formato pdf) senza alcun aggravio di costi, previa registrazione al sito della Erickson live (http://www.ericksonlive.it/catalogo/genitori-e-figli/come-una-bolla-di-sapone/).